Valuta

Accedi Registrami

  CARRELLO



 BLOG DI MODA


 NEWS   TENDENZE, COLLEZIONI E SFILATE   MODA E STILE DI VITA   MARCHI E LA STORIA DELLA MODA
 Ricerca veloce 


 MARCHI E LA STORIA DELLA MODA  


  torna alla lista degli articoli  

UN ACCESSORIO IMPORTANTE MA DIMENTICATO – L’OMBRELLO DA SOLE

07-AGO-2021


L’estate è tempo di vacanze, e gli appassionati dell’aria aperta accorrono verso il luogo di nascita di arte e moda – l’Italia. Roma, Firenze e Pompei sono le gemme della civiltà antica, dell’arte e dell’architettura. I turisti amano camminare lungo le strade antiche, immergendosi nella meravigliosa atmosfera del passato. Ma molti di loro si sentono infastiditi a causa della scarsità di riparo dal caldo sole estivo italiano. E solo pochi turisti si ricordano di un accessorio importante qual è il parasole. 
 


 

È vero, il sole è benefico per la salute. Ma rimanere all’aria aperta sotto il sole per un lungo periodo di tempo non solo ti darà fastidio a causa del surriscaldamento del corpo, ma avrà anche gravi conseguenze. I medici hanno dimostrato che il contatto dei raggi solari contribuisce allo sviluppo del melanoma, che può portare alla formazione di cancro della pelle, invecchiamento precoce della pelle e disturbi della vista.
Per questo motivo, il parasole non è solo un accessorio bello e alla moda, ma anche una maniera efficace per proteggerci durante i caldi giorni estivi.

 


 

 

Chi è stato il primo ad inventare un accessorio così utile? 

È stato citato per la prima volta nell’antico Egitto, così come in incisioni e libri cerimoniali cinesi risalenti al 1000 A.C. Esiste una versione che parla del ombrello come di una struttura  inventata da un falegname cinese che ha costruito un “tetto portatile” per sua moglie.

 

Nei giorni antichi, la pelle bianca era generalmente considerata un segno di nobiltà. Forse è questa la ragione per cui il parasole è gradualmente passato dall’essere uno strumento di protezione dal sole a un accessorio aristocratico e un simbolo di potere, autorità e ricchezza. I parasole venivano colorati a mano, decorati con piume, ornamenti e pietre preziose, e costavano una fortuna. Nell’antico Egitto, un parasole era simbolo di potere e i faraoni erano gli unici che potessero usarlo. 

 

C’erano anche ombrello da sole a più strati. Era credenza comune che a un maggiore il numero di starti corrispondesse una più alta posizione a corte del proprietario. Per questo motivo, il Re del Siam era solito camminare sotto un parasole di sette strati decorato con diamanti e oro. Il Re della Birmania aveva un parasole di 24 strati, e per questo motivo era chiamato “il Signore dei 24 ombrelli”.  
 


 

Nel luogo di origine della democrazia, l’antica Ellenia, l’ombrello ha cessato di essere sinonimo di potere. 
 


 

I parasole erano fatti di diversi materiali: nell’antica Cina erano fatti si una speciale carta di riso e coperti di cera e vernice, in Giappone erano creati intrecciando paglia e giunchi.
Nell’Impero Romano, le nobildonne patrizie si proteggevano dal sole usando eleganti parasole fatti di pelle e con raggi metallici.
A seguito della caduta dell’Impero Romano, i riferimenti al parasole sono stati riscoperti solo diverso tempo più tardi, nel 12° secolo, e sono tornati ad essere un simbolo di potere. Questa volta – di quello papale.

 


 

Nel 1414, quando Papa Giovanni XXIII è entrato nella città di Costanza, il pubblico locale è rimasto sbalordito da un insolito oggetto trasportato dietro il Papa. Un testimone oculare molto attento – Ulrich da Richenthal – ha descritto questo “cappello” su palo, che nell’Italia medievale era chiamato ombrello (dalla parola “ombra”). L’ombrello, insieme alle chiavi apostoliche, è così diventato un simbolo di potere secolare dei Papi e un importante simbolo araldico.


 

Oltre ai Papi e agli Imperatori, solo i Dogi di Venezia avevano diritto all’uso esclusivo dei parasole. Le persone comuni preferivano proteggersi dal sole con cappelli a tesa e giacche.
Il parasole in quanto accessorio femminile è stato introdotto nella moda europea da Maria Medici, moglie del Re francese Enrico IV, all’inizio del XVII° secolo. Il parasole è gradualmente diventato un attributo essenziale per una Signora europea. Inoltre, la quantità di decorazioni, pizzo, fiori e balze presenti su di essi poteva indicare la ricchezza e lo status della proprietaria. 

 

 

Gli eleganti ombrelli pieghevoli in pizzo a cui siamo abituati sono apparsi nel 18° secolo. Le fanatiche della moda vestite in lunghe gonne multistrato non potevano rimanere sotto il sole cocente senza una protezione aggiuntiva. Oltre ai ventagli, un parasole abbinato al colore del vestito è così diventato un attributo essenziale all’abbigliamento delle donne. 

 

 

 

Suggerimenti per scegliere un ombrello da sole.
Oggigiorno, è disponibile un’ampia varietà di parasole adatti ad ogni gusto: dal modello classico e austero, a modelli estremamente insoliti. 

 

 
Per avere un aspetto femminile classico o romantico, dovresti scegliere ombrelli di pizzo in stile retrò o ombrelli in stile cinese di carta colorata.  







 


Per un aspetto più classico, sportivo o casual, puoi scegliere un parasole di raso o nylon. 


Importantissimo! Se vuoi prendere un ombrello per proteggerti dal sole, scegli un colore chiaro; il bianco è il migliore. Questo perché il colore nero non riflette i raggi del sole e assorbe lo spettro visibile della luce (solare) bianca. Quando fa caldo e tutto è esposto alla luce solare diretta, il nero o i colori scuri si riscaldano più velocemente.

Un parasole è un accessorio insolito che completa un look alla moda. Allo stesso tempo, un ombrello abbinato ai tuoi vestiti, una sciarpa, o una borsa attirano di più l’attenzione. Per questo motivo, quando fuori è molto caldo e soleggiato, non dimenticarti di prendere un ombrello da sole! 






Commenti

Nome
E-mail
Commento



 torna alla lista degli articoli  

La collezione di borse Braccialini autunno inverno 2021-2022: flora e fauna del bosco autunnale.
20-SET-2021

Come scegliere una cartella da uomo: materiali, modelli, colori e consigli importanti per la cura del prodotto in pelle.
15-SET-2021

IL BAULE DELLA NONNA: ACCESSORI ALLA MODA DEGLI ANNI '60 E TENDENZE MODERNE.
05-AGO-2021

Il Giardino Segreto – collezione di borse Braccialini primavera estate 2021
25-APR-2021



Nuovi arrivi di borse da donna e da uomo

Braccialini

GHIBLI

Braccialini

BRIC'S BY

Piquadro






Italiano     English     Русский     Deutsch     Español     Français

© Copyright AIRFASHION 2012-2020 | D’Addazio S.r.l.s. & Via Roma SN - 64011 Alba Adriatica (TE) - Italy
Tel.: +39_342-_1427879 Fax: +39_178-_2710534 info@air-fashion.com
P.Iva IT02028150676 - iscriz. alla camera di commercio N° REA TE-173257 PEC: daddazio.srls@pec.it

Proseguendo con la navigazione su questo sito web si acconsente all'utilizzo dei Cookie a scopo di facilitare agli accessi al control panel sul sito.
Maggiori informazioni e per gestire le preferenze del proprio browser in materia di Cookie: leggi qui. Leggi Privacy